Esercizio dopo anestesia generale

La maggior parte delle operazioni richiede un periodo di recupero durante il quale si aumenta gradualmente la capacità di svolgere le tue attività abituale. È possibile ricevere istruzioni da un fisico fisico su esercizi specifici che aiutino a ripristinare le tue capacità fisiche. Oltre all’impatto diretto dell’intervento sul corpo, l’uso di un anestetico generale può influire sulla capacità di esercitare o eseguire attività fisicamente impegnative presto dopo l’intervento chirurgico.

Periodo di ripristino iniziale

Subito dopo il recupero da un’operazione che utilizza un anestetico generale, si sposta normalmente in una sala di recupero in ospedale o in clinica dove si è trattato. Quando l’anestetico si è consumato e si risveglia, alcuni effetti possono continuare, come la sonnolenza, la disorientazione o una qualità leggermente nebbiosa al vostro pensiero. Durante questo periodo di recupero iniziale, che può durare ore, giorni o settimane, la tua mobilità sarà altamente limitata, potenzialmente limitandola al tuo letto. Una volta che si sente abbastanza bene per uscire dal letto, tenere le tue passeggiate corte e utilizzare un camminatore. Avere qualcuno vicino a trovarti in ogni momento.

Cosa essere a conoscenza

I successivi effetti dell’anestesia generale tendono a svenire in 24-48 ore di intervento chirurgico. Durante questo periodo si può verificare nausea o vomito, mal di testa, mal di gola, brividi, affaticamento o confusione. Mentre nessuno di questi effetti collaterali comuni interferisce espressamente con l’esercizio gentile, evitare qualsiasi attività che sembra peggiorare i sintomi. Ad esempio, subito dopo l’operazione, solo uscire dal letto e in piedi in posizione verticale può peggiorare la nausea, personalizzare i movimenti di conseguenza. Durante le prime 24 ore dopo l’anestesia è generalmente vietato l’utilizzo di macchinari o di guida, in modo da evitare ciclisti o passeggiare lungo corsi pubblici o utilizzare attrezzature da palestra.

Esercizio di partenza

A partire da pochi giorni dall’operazione, il tuo corpo dovrebbe essere completamente recuperato da eventuali conseguenze dell’anestesia generale. Da questo punto in poi, le tue limitazioni all’esercizio fisico dipendono dalla natura dell’operazione. Seguire le linee guida stabilite dal medico o da un terapista fisico. Osservare per segni di avvertimento come un aumento del dolore, gonfiore o arrossamento di qualsiasi incisione o febbre. Se i sintomi peggiorano durante l’esercizio, cessare immediatamente l’attività e consultare il proprio medico. Un altro indicatore affidabile è il tuo respiro: controlla che puoi comodamente proseguire una conversazione facendo qualsiasi forma di esercizio, sia che tu sia in cammino attraverso la stanza o in un giro.

Forme di esercizio post-operativo

Se la parola “esercizio fisico” di solito porta alla mente tracce o barbells, si può essere sorpresi in tutte le attività quotidiane che sono considerate esercizio per un recupero post-op paziente. Ad esempio, dopo la chirurgia del cuore, solamente sollevare le mani sulle spalle per un lungo periodo di tempo è l’esercizio fisico, solo l’essiccazione a soffiatura dei capelli può essere inadvisabile durante il recupero iniziale. D’altra parte, l’esercizio fisico regolare è vitale per il recupero da molte forme di chirurgia, tra cui le operazioni di perdita di peso o interventi di sostituzione congiunta. Se l’esercizio è fondamentale per il recupero, i terapeuti fisici forniscono solitamente istruzioni dettagliate o supervisione della routine necessaria.