Livelli di hcg e spotting

Molte donne associano sanguinamenti o macchie durante la gravidanza come un segno negativo o come se qualcosa è andato storto, ma, secondo il congresso americano degli ostetrici e dei ginecologi, questo non è necessariamente vero. Lo spotting durante la gravidanza è in realtà abbastanza comune, ma dovresti conoscere i segni di avvertimento. Consultare sempre il proprio medico se cominci a scoprire o sanguinare per assicurare una gravidanza sana.

Normali livelli di hCG durante la gravidanza

La gonadotropina corionica umana è comunemente indicata come hCG. Dal momento della concezione, il tuo sistema inizierà a produrre questo ormone in risposta alla placenta in via di sviluppo. Mentre la gravidanza progredisce, questi livelli saliranno. Nei primi due mesi di gravidanza, questi numeri raddoppieranno approssimativamente ogni due o tre giorni. Con il tuo terzo mese, i numeri potrebbero richiedere fino a 96 ore per raddoppiare. Le gamme normali di livelli hCG variano da 5 a 288.000 ml durante il primo trimestre. Dopo questo tempo, i numeri iniziano a scendere e vanno da 254.000 a 165.400 ml durante il secondo trimestre. Nell’ultimo trimestre i numeri continueranno a diminuire fino a 117.000 ml fino alla nascita del tuo bambino.

Spotting durante la gravidanza

Lo spotting può essere normale durante le prime fasi della gravidanza. Potrebbe non essere consapevole del fatto che sei incinta e abbia luce durante il periodo del tuo periodo mestruale dopo la gravidanza. Questo accade come risultato dell’impianto che sta avvenendo nel tuo utero. L’impianto è il processo in cui l’uovo comincia a scavare nella fodera dell’utero. A causa dell’imboccatura nel tuo rivestimento uterino, può provocare la macchia che è considerata normale. Infatti, alcune donne possono essere rimaste incinte e hanno perso l’embrione e potrebbero non essere consapevoli del fatto che anche la gravidanza è avvenuta. Questo è noto come una gravidanza chimica.

Complicazioni relative a macchia

In alcuni casi, ad esempio un aborto spontaneo, può verificarsi la comparsa. Ciò accade perché il tuo utero si contrae, come durante un periodo mestruale, per espellere l’embrione. I livelli di hCG possono rimanere gli stessi per un breve periodo di tempo o diminuire presto dopo un aborto spontaneo. I sintomi di un aborto spontaneo includono spotting leggeri o sanguinamento vaginale pesante, crampi e tessuti che passano attraverso la vagina. Lo spotting può anche essere un segno di una gravidanza ectopica. Quando si verifica una gravidanza ectopica, l’uovo non è stato impiantato nella fodera dell’utero e può aver luogo nei tubi fallopi. L’uovo non può correttamente crescere o svilupparsi nei tubi fallopiani, il che provoca anche un aborto spontaneo. I sintomi di una gravidanza ectopica includono dolori addominali dolorosi, macchie o sanguinamenti e un livello ridotto di hCG.

rischi

Le donne che hanno già avuto un aborto spontaneo o una gravidanza ectopica hanno un rischio maggiore di avere un altro. Se hai avuto un’infezione nei tubi fallopi o hai avuto una chirurgia pelvica, questo ti mette anche a un rischio maggiore di abortire. Le donne sopra i 35 anni hanno anche un rischio maggiore di aborto spontaneo. L’uso di droghe e alcune condizioni mediche come la falce o l’ipertensione hanno anche un rischio aumentato di aborto spontaneo.

considerazioni

Prima di entrare in gravidanza, chiedere al vostro medico che cosa sono i possibili rischi o complicazioni che si possono affrontare durante la gravidanza. Se cominciate a provare macchie o sanguinamenti in qualsiasi punto durante la gravidanza, informi immediatamente il vostro medico curante. Se pensi di aver superato il tessuto fetale, il medico può richiedere il campione per ulteriori test di laboratorio.